Fontana Contarini Bergamo

MONUMENTI & CHIESE

Basilica S. Maria Maggiore Bergamo

BASILICA SANTA MARIA MAGGIORE

Città Alta

Basilica romanica eretta nel 1187, priva di facciata e di ingressi sul fronte, abbellita da due protiri gotici sui lati del transetto.

All'interno è impreziosita da affreschi, arazzi, intagli e intarsi, stucchi, pale d'altare, teleri e monumenti sepolcrali, tra cui quello di Gaetano Donizetti, uno dei più importanti compositori italiani ottocenteschi. Il coro ligneo, composto da tarsie con storie bibliche protette da coperti, venne realizzato nel secondo quarto del Cinquecento su disegni del pittore veneziano Lorenzo Lotto.

La storia della sua edificazione è particolarmente curiosa: nei primi anni del 1100, l’Europa è stravolta da una terribile epidemia di peste. Gli abitanti di Bergamo si rivolgono alla Madonna chiedendole protezione dal contagio, in cambio le dedicheranno una chiesa. Nel 1137 danno seguito al voto e sulla Piazza del Duomo in Città Alta costruiscono la detta Basilica, che ancora oggi appartiene alla città e non alla Curia.

ORARIO DI APERTURA

  • da lunedì a venerdì dalle 09.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00

  • sabato, domenica e festivi dalle 09.00 alle 18.00

Tel: +39 035 223327
Piazza Duomo, 5 - Bergamo

 

CATTEDRALE DI SANT'ALESSANDRO

Città Alta

Cattedrale barocca edificata nel 1689 sui resti delle precedenti (risalenti al XV, XIII e V secolo d.C.) visibili nel suo ipogeo e allestiti dal 2012 nel Museo degli Scavi e del Tesoro.

L'attuale apparato decorativo vanta tele di Andrea Previtali, Giovanni Battista Moroni, Giovanni Battista Tiepolo, freschi di Francesco Coghetti e reliquie di San Giovanni XXIII originario di Sotto il Monte in provincia di Bergamo.

ORARIO DI APERTURA

  • da lunedì a venerdì dalle 07.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.30

  • sabato e festivi dalle 07.00 alle 19.00

Tel: +39 035 271208
Piazza Duomo - Bergamo

Cattedrale di Bergamo
 
ex chiesa di S. Agostino

EX CONVENTO DI SANT'AGOSTINO

Città Alta

Il primo nucleo conventuale dell'Ordine Eremitano risale alla fine del XIII secolo, seguito dalla chiesa gotica consacrata nel 1347 e ampliata alla fine del terzo quarto del Quattrocento.

Ogni lato presenta 7 cappelle gentilizie, una volta interamente affrescate e rivestite di dipinti, ancone, marmi e sepolcreti, distrutte dall'arrivo dei francesi di Napoleone alla fine del XIX secolo, che trasformò il sito in una caserma. Il recupero è recente ed ora ospita una delle sedi del polo universitario cittadino.

*Accessibile con permesso del Rettore dell’Università (normalmente concesso)

ORARIO DI APERTURA

  • ll complesso monastico è visitabile negli orari di apertura dell'Università degli Studi di Bergamo

Tel: +39 035 2052111
Piazzale S. Agostino, 2 - Bergamo

 

CHIESA DI SAN BERNARDINO

Città Bassa

Il sito attualmente presenta sembianze neogotiche, che occultano l'edificio quattrocentesco voluto dagli abitanti della contrada.

L'interno è essenziale, ma sull'altare rapisce la pala di Lorenzo Lotto, Madonna e Santi, che vede attorno alla Vergine i santi Giuseppe, Bernardino - titolare dell'edificio - San Sebastiano e Sant'Antonio Abate, figure connesse con il borgo e con la committenza.

ORARIO DI APERTURA

  • da martedì a sabato dalle 10.00 alle 17.30

  • domenica dalle 08.00 alle 18.00

Tel: +39 035 237887
Via Pignolo, 57 - Bergamo

Chiesa di San Bernardino
 
Chiesa di Santo Spirito

CHIESA DI SANTO SPIRITO

Città Bassa

Ricchissimo edificio rinascimentale inserito tra un precedente cantiere e l'ultimo di epoca barocca. Ogni cappella era destinata ad una famiglia del borgo e questo giustifica la presenza di capolavori, tra cui i polittici di Bergognone, Previtali e la pala d'altare di Lorenzo Lotto (Madonna e Santi, 1521): il dipinto è magnifico per impaginazione, figure e tavolozza pittorica e presenta un turbinio di angeli policromi e la figura di San Giovannino che abbraccia l'agnello ai piedi del trono, ignaro del suo triste destino.

ORARIO DI APERTURA

  • da lunedì a sabato dalle 08.00 alle 18.00

  • domenica dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.30

Tel: +39 035 237887
Via Torquato Tasso, 100 - Bergamo

 

CENTRO PIACENTINIANO

Città Bassa

Il nome dell'area, che dal primo quarto del secolo scorso ha fatto rinascere il cuore di Bergamo Bassa, deriva dal suo progettista Marcello Piacentini, risultato vincitore di un concorso nazionale bandito dal Comune di Bergamo.

Le nuove costruzioni, destinate ad accogliere servizi (tribunale, CCIAA, passaggi pedonali, albergo diurno) e istituti bancari, sostituiscono le oltre 500 botteghe settecentesche: queste erano disposte lungo gli assi interni lineari del muro perimetrale, tra l'Ospedale di San Marco (abbattuto) e il Sentierone.

Centro Piacentiniano
 
Museo Matris Domini

CHIESA E MUSEO DOMENICANO MATRIS DOMINI

Città Bassa

Complesso monastico claustrale fondato nel XIII secolo. I suoi resti, in parte riemersi con l'ultimo restauro, sono riallestiti nel Museo Matris Domini, a cui si accede dal primo chiostro pubblico. Nei nuovi locali espositivi, in passato utilizzati come lavanderia, sono esposti affreschi dal XIII al XVI secolo, e le vetrate originali raffiguranti la Vergine e santi, provenienti dal coro della chiesa e ora sostituite da copie. Nella chiesa una grande e alta cancellata divide l'aula pubblica da quella claustrale, su cui campeggia un bellissimo altare in marmo nero dei fratelli Manni di Rovio, posto sotto una tela di ignoto autore.

ORARIO DI APERTURA

  • giorni feriali dalle 06.30 alle 19.30

  • giorni festivi dalle 07.00 alle 19.00

Tel: +39 035 3884811
Via Antonio Locatelli, 77 - Bergamo

 

EX MONASTERO DI ASTINO E VALLE DELLA BIODIVERSITÀ

Colli

L'ex complesso vallombrosano, che adottava la regola benedettina, sorge nel XII secolo, si amplia e si rinnova fino alla prima metà del Settecento, quando agli affreschi della bottega di Cristoforo Baschenis il Vecchio si sostituiscono stucchi, tempere, tele e opere barocche seppur contenute nello sfarzo e nei decori. Nel chiostro, mutilato nel 1910 del porticato settentrionale, restano alcuni locali comuni destinati all'attività interna del cenobio, tra cui il refettorio che ha recentemente recuperato il maestoso dipinto Ultima Cena di Alessandro Allori. 

L'Orto Botanico di Bergamo approda nel paesaggistico comprensorio di Astino offrendo ai visitatori biodiversità e agrobiodiversità. Da maggio ad ottobre è possibile fare una passeggiata istruttiva fra le oltre 1.000 varietà di piante utilizzate dall’Uomo nel corso della sua storia. Appartenenti a oltre 300 specie, rappresentano un prezioso patrimonio allestito in un compendio agricolo – forestale di grande qualità, qual è quello di Astino.

Tel: +39 035 286060
Via Astino, incrocio via Allegrezza - Bergamo

La Valle della Biodiversità – Sezione di Astino